Jean-Noël Schifano e la contraffazione storico-sociale italiana

l’intervento dell’intellettuale francese a Santa Maria la Nova

Angelo Forgione – Lo scorso Sabato 20 ottobre si è tenuta presso la Sala Consiliare di S. M. La Nova di Napoli l’interessantissima conferenza “‘A Storia Scuntraffatta, da Masaniello all’Unità”, un dibattito a più voci sui passaggi della storia di Napoli non ancora riconosciuti dalla storiografia ufficiale.
Un evento che si è inserito nella sempre più crescente voglia di saperne di più sulla storia del Sud d’Italia e sul momento della sua annessione al resto della Penisola, un’esigenza che sta conducendo, seppur lentamente, alla comprensione e alla consapevolezza della realtà per una più nitida lettura del presente.
L’incontro, organizzato dal Presidente del Consiglio Provinciale di Napoli Luigi Rispoli e dal coordinatore dell’AIGE Umberto Franzese, è stato moderato da Fiorella Franchini e ha proposto gli interessantissimi interventi di Franco Lista e Gaetano Bonelli. E quello di Jean-Noël Schifano (video) che ha sottolineato l’esigenza di ritrovare l’identità napoletana cui si sono opposti proprio i tanti napoletani che hanno accettato e accettano i tentativi di cancellarla, talvolta ostacolando i nuovi tentativi di sgretolare la colonizzazione culturale.

2 pensieri su “Jean-Noël Schifano e la contraffazione storico-sociale italiana

  1. Ciao Angelo,

    Vorrei poterti una domanda: vorrei sapere a chi si riferisce Schifano quando dice che tengono Napoli al guinzaglio. Contro chi tutti noi ci stiamo ribellando? Contro il Nord? Se sì, cose intendi per Nord? Perché più mi guardo intorno e più vedo che è solo la politica corrotta a danneggiare il Sud, e la politica abbraccia tutta la penisola, non solo una parte geografica. Vorrei capire fin dove il Nord o chi lo ha rappresentato nei 151 anni di unità è colpevole e dove iniziano le colpe del Sud. Leggo di 9 discariche fuori norma a Venezia e di come anche i veneziani siano a rischio per la salute.

    http://www.veneziatoday.it/cronaca/discariche-fuori-norma-venezia-salzano-chioggia.html

    E’ buffo vedere come il Veneto, responsabile dei disastri del Sud, sia anch’esso vittima di una cattiva gestione dei rifiuti di stampo a dir poco mafioso. L’unica cosa che noto è che bisogna liberare i meridionali dal complesso d’inferiorità, ma vedo un Nord da combattere solo in senso geografico.

    Spero vivamente in una tua risposta.

  2. Magari la mia è una domanda stupida, però, una risposta penso di meritarla, anche perché mi sono rivolto in maniera educata. Poi non lamentiamoci che il soprintendente dei Beni culturali non si fa trovare…

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...