Ancora Bocca. Ma stavolta ammette l’odio per il Sud.

Ancora Bocca. Ma stavolta ammette l’odio per il Sud.
«Sud orrendo, Napoli cimiciaio, Palermo puzza di marcio»

Angelo Forgione (per napoli.com) – Giorgio Bocca, ancora lui! Ancora le sue offese alla gente del Sud, stavolta in un documentario dal titolo “La neve e il fuoco” per Feltrinelli Real Cinema, anticipato dalle pagine online di “Libero”, in cui ha esternato diversi punti di vista decisamente intolleranti e razzisti. Omofobia per Pasolini, disprezzo per Marco Travaglio, disgusto per il Sud. E per finire, una confessione che butta un secchio di acqua gelida su chi al Sud lo ha fin qui letto ritenendolo super partes.

Queste le parole che hanno il pregio di commentarsi da sé e di smascherare il suo odio:
«(…) paesaggi meravigliosi e questa gente orrenda (…). Insomma, la gente del Sud è orrenda (…) contrasto incredibile fra alcune cose meravigliose e un’umanità spesso repellente». Una volta si sarebbe trovato in una viuzza vicino al palazzo di giustizia di Palermo: «C’era una puzza di marcio, con gente mostruosa che usciva dalle catapecchie».
«Vai a Napoli ed è un cimiciaio, ancora adesso». L’intervistatrice, disperata, cerca di fargli dire qualcosa di gentile sui meridionali, gli chiede se non veda «poesia, saggezza» nel modo di vivere di quelle parti. E lui: «Poesia? Per me è il terrore, è il cancro. Sono zone urbane marce, inguaribili. Il Sud fa talmente schifo che se vai lì ne cavi di sicuro qualche bell’articolo (…). Li vado a caccia grossa di belve. Insomma, non sei grato alle belve, fai la caccia grossa, ma non è che fraternizzi con le belve».
«Qualche parola buona sul Meridione nei miei libri si trova perchè è necessaria un po’ di ipocrisia. Sapevo sempre che dovevo tener buoni i miei lettori meridionali, quindi davo un contentino».

Dunque, la consueta serie di offese a raffica al Sud in tutta la sua totalità, nonché un colpo basso a quei pochi lettori meridionali che ancora lo ritengono un intellettuale di spessore e che si sono “bevuti” le sue analisi e i suoi scritti pensando che fossero obiettivi e non intrisi di prevenzione e razzismo. Il solito pericoloso “manifesto” contro milioni di persone che contribuisce fortemente alla diffusione di luoghi comuni e di un razzismo antimeridionale rischioso e dannoso in un momento delicato e complesso come quello che l’Italia, ed in particolare l’Italia meridionale, sta vivendo tra crisi economiche, disoccupazioni crescenti, un’emigrazione soprattutto giovanile sempre più drammatica e questioni meridionali tuttora irrisolte dopo 150 anni.
La gente del Sud è vittima certamente di altra gente del Sud così come di una certa gente del Nord, e non è certamente uno scrittore razzista che può indicare la via della riflessione e il confronto. Quello che Giorgio Bocca può ottenere, e forse lo vuole, è uno scontro culturale.
È comprensibile che un uomo di 91 anni sia vittima delle sue convinzioni, e finisca col diventare rabbioso per non vederle affermate. Ma Bocca dovrebbe rassegnarsi ad andare incontro al tramonto senza veder realizzati i suoi propositi estremi ed intolleranti.

Il Movimento culturale Neoborbonico comunica che raccoglierà le adesioni (mail per protesta: controbocca@libero.it) di quanti intendono finalmente reagire ad offese gratuite e gravi che danneggiano moralmente e materialmente (anche sotto il profilo turistico) le popolazioni del Sud, sempre meno difese e rappresentate a livello economico, culturale e politico. Invitando a non acquistare i libri da Giorgio Bocca e le riviste e i quotidiani con i quali collabora (Espresso e Repubblica in testa). A tutto questo si associa anche V.A.N.T.O. con ferma convinzione.

11 pensieri su “Ancora Bocca. Ma stavolta ammette l’odio per il Sud.

  1. Giorgio Bocca è un opportunista schifoso e l’ho sempre sospettato BEN PRIMA dei suoi attacchi al Meridione.
    Odio da sempre Berlusconi, questo “scrittore” solo da pochi mesi.
    Adesso che anche la nave del nostro Permier affonda si scaglia anche contro di lui.

    I topi sono sempre i primi a saltare già dalle navi…
    Nel suo caso è atterrato sulla troglodita scialuppa Leghista.

  2. Dedico questa ultima di bocca a tutti quei meridionali che, trasferitisi al nord, sono ora divenuti i peggiori antimeridionalisti a che non si rendono conto di avere addosso il peccato originale di essere meridionali e perciò schifati dai nordici.
    La dedico a tutti quei meridionali che hanno dato il voto al PDL e, quindi, si vedono governati dalla Lega Nord (e adesso perderemo anche l’Alenia), a tutti quei meridionali che danno i loro soldi ai compatrioti di giorgio bocca comprando e si abbuffandosi di quelle schifezze di panettone e pandoro, comprando la pasta di bologna, i pelati di milano.
    La dedico ai meridionali che tifano per le squadre del nord e poi si beccano i cori di mandorlini………………….
    Angelo, apprezzo il tuo impegno ma non c’è nulla da fare, così come diceva il rassegnato Angelo Manna, siamo delle PECORE ed il solo e continuo lamentarci non serve a nulla.
    Qui al sud basta che ci danno il panettone ed il grande fratello siamo a posto tanto una raccomandazione per un ricovero in ospedale, una scorciatoia perle pratiche nei vari uffici sempre la troviamo, una multa il più delle volte riusciamo a non pagarla così come per la monnezza…………..ma, avesse ragione giorgio bocca?????!!!!!!!!!!
    Meridionali, cacciamo fuori gli attributi, rispondiamo a questa gentaccia del nord andando a dare il meglio di noi stessi, comportandoci in maniera civile, rispettando le regole, rispettando il prossimo, amando cururando e migliorando le nostre città, andando a votare con raziocinio!
    Queste sono le cose che ci possono risollevare.
    Non diamo più ragioni e motivi ai vari giorgio bocca per affogarci nel fango.

    Walter, Brigante per sempre

  3. non conosco molto questa persona, ma ne so abbastanza avendo visto le dichiarazioni che lascia in giro, che solo un vecchio demente si può permettere. Essere razzista nei confronti di gente dello stesso popolo o è una contraddizione o nasconde una verità ancora più amara del razzismo. L’essere, cioè, con ripugnante ottusaggine, intolleranti indiscriminatamente verso individui macchiati della sola colpa d’essere nati al di qua del garigliano. Se tanto mi da tanto, allora, io sono come questo individuo: intollerante, ma non verso chi vive al nord, ma verso i quaquaraquà, gli ignoranti e gli uomini senza valore, categorie sociali, tutte concentrate nella medesima persona e il problema non è certo nella vecchiaia, ma in chi compra i libri dimostrando la stessa scarsa intelligenza (dal latino: intelligere), nelle librerie del sud che sprecano spazio e carta, per ospitare il volume di gente simile. Grazie per l’occasione

    • No, non c’è bisogno dello psichiatra; la cosa è molto semplice.
      I “patani”, oltre a nutrire una invidia profonda per le nostre bellezze naturali, le nostre risorse storiche, culturali, di arte, invidia che poi si trasforma in odio, hanno anche necessità di dare alla loro orda un qualcosa su cui accanirsi, così come si da’ il coniglio di pezza all’orda di cani inferociti.
      In tale maniera l’orda si accanisce sul falso scopo e loro, le menti, possono operare in compromessi da prima repubblica.
      Adesso , però, pare che stiano tirando la corda un po’ troppo!
      Ma, ripeto, il problema non sono loro bensì noi meridionali che, purtroppo, non perdiamo occasione per fornirgli ragioni e materiale utile alle loro sporche diffamazioni
      saluti

    • purtroppo anche la lega nord, ai suoi albori, veniva considerata un movimento folkloristico e demenziale; la sottovalutazione fu grande.
      Adesso sono al governo e, col loro 9%, governano il 100% del Paese.
      Deve servire da lezione! Mai sottovalutare.

  4. Pingback: A proposito di Giorgio Bocca… « il blog di Angelo Forgione – Movimento V.A.N.T.O.

  5. Pingback: A proposito della morte di Giorgio Bocca…di Angelo Forgione. | Tutto Ciò Che Si Immagina è Reale……..

  6. Pingback: Terremoto al Nord tra dolore e risentimento « il blog di Angelo Forgione – Movimento V.A.N.T.O.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...