Licenziamento Amandola, commento e telefonata alla RAI di Torino

C’è chi contesta la decisione della RAI di licenziare Giampiero Amandola concedendogli le attenuanti dell’ironia. Sbagliato, perchè in quel suo servizio ormai famoso è successo di tutto, tra tifosi che inneggiano al Vesuvio e giornalista che li imbecca. C’è di peggio rispetto a quello che appare il motivo del provvedimento, come ad esempio proprio i ragazzi che intonano slogan razzisti montati con la classica leggerezza di chi sostiene che si tratti di rivalità calcistiche e come se fossero giustificati dall’accusa di ruberie provenienti dall’altra sponda. È il taglio del servizio che ha dell’incredibile, una sequenza di superficialità rispetto a ciò che doveva andare in onda. Bastava poco per capire che quel contributo non poteva essere trasmesso con certi passaggi. Troppo l’imbarazzo per l’azienda.
Da “La Radiazza” su Radio Marte, il commento al licenziamento e la telefonata di Gianni Simioli alla redazione RAI regionale del Piemonte.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...