La vittoria della Juventus, la sconfitta degli juventini

La vittoria della Juventus, la sconfitta degli juventini

inciviltà esasperata de’ ‘o surdato assatanato

Angelo Forgione – Ci avete annientati in campo e complimenti al vostro allenatore che, dopo i ripetuti fallimenti degli anni scorsi, vi ha ridato un’anima. Ci avete dato una lezione calcistica in campo e lo riconosciamo, agevolati da un Napoli che non ha incarnato alcuno spirito utile a scongiurare l’offesa di un intero popolo. Vi siete tolti lo sfizio di batterci dopo anni di sonore batoste, di vedere persino Quagliarella infilarci. Complimenti meritati! Ma fuori, come al solito, avete mostrato il peggio di voi, che è molto peggio del peggio di noi. Soliti sacchetti di immondizia, soliti cori non oltre il buongusto di cui anche i nostri sono soliti ma oltre il consentito, ovvero oltre la soglia della tolleranza che è ben diverso. “La vergogna dell’Italia siete voi… Vesuvio lavali col fuoco… benvenuti in Italia”, insomma, il solito razzismo non torinese ma italiano perchè il pubblico juventino è in buona parte meridionale. Ma ne siamo abituati tutti, non perchè siamo arrendevoli ma perchè chi dovrebbe agire non agisce; questa è l’Italia. E forse avete ragione ad accoglierci nella vostra splendida e colta terra, a noi che facciamo parte di una città-nazione a parte da voi conquistata.
Per fortuna ci avete pensato voi stessi a consacrare il vostro lignaggio, non solo coi vostri cori e con le vostre “coreografie” ma soprattutto con quella che intendevate come la più grande presa per i fondelli nei nostri confronti: tutto lo “Juventus Stadium” che si permette il lusso di cantare ‘O surdato nnammurato. Si, è stata una zappa sui piedi, anche se in un primo momento ci avete lasciati tutti interdetti. Ma è durato poco perchè, dopo il primo momento di smarrimento mentale, la ragione ha preso il sopravvento. Alla vostra schiacciante vittoria calcistica avete accostato la nostra schiacciante vittoria culturale. Può mai accadere che il San Paolo canti una canzone piemontese?
Si tratta di supremazia culturale di Napoli, lo ha detto anche il presidente De Laurentiis con grande sarcasmo. Quello sabaudo, ‘o surdato assatanato, è un popolo di cultura militare dedita alla conquista che per fare regge e cultura ha dovuto chiamare i meridionali a corte. E allora grazie al popolo juventino che si è costituito certificando di essere culturalmente inferiore ai Napoletani. Avevate fatto le prove generali al San Paolo dopo aver strappato il pareggio, quando la delegazione juventina delle province di Napoli e Salerno avevano anche mostrato lo striscione “Pulcinella è bianconero”. E anche la vostra stampa sportiva aveva titolato “‘O sole mio” dopo il discusso rinvio della gara d’andata non causa tempo ma causa morte e ordine pubblico. Insomma, vi abbiamo insegnato a scrivere e cantare in napoletano… o forse neanche tanto perchè la maggior parte di voi è meridionale. E meno male che prima di fare “cantanapoli” urlavate “noi non siamo napoletani”.
Il vostro Tuttojuve.com, colpito e affondato dalle parole di chi scrive, dice che non l’abbiamo presa bene e ora ci sentiamo culturalmente superiori. Sbagliato due volte perchè sappiamo perdere, siamo abituati storicamente, e non siamo di certo noi quelli che pretendono indietro quanto rubato. E non ci sentiamo culturalmente superiori ma ce lo dimostrate voi continuamente; noi non ci saremmo mai azzardati a pretenderlo. Non l’abbiamo presa bene? Era sottolineato nell’incipit della dichiarazione del sottoscritto che la Juve era stata superiore. Ma voi tirate fuori come sempre il conto degli scudetti, pompandolo con i due che non vi appartengono ostentando le vostre ignominie invece di nasconderle, perchè la Procura di Napoli ve li ha fatti togliere dalla bacheca macchiando per sempre la vostra storia che neanche “l’oggetto sconosciuto a forma di chitarra” può lavare. Il vostro palmares lo conosciamo benissimo ma, noi che abbiamo cultura e conoscenza storica, sappiamo benissimo cosa significa la questione meridionale che voi fate finta di ignorare, che hanno creato i vostri antenati e che esiste anche nel calcio italiano creato “ad hoc” a Torino per disputare per circa 30 anni un campionato italiano ad uso e consumo piemontese-ligure e lombardo-veneto. Volete che, conoscendo da dove veniamo, noi e voi, possiamo mai soffrire di complesso di inferiorità di fronte al palmares bianconero? Suvvia!
Vi rendiamo di nuovo gli onori della vittoria schiacciante in campo, ma basta così, altrimenti il nostro dibattito identitario rischia di essere confuso con un inutile botta e risposta da ultrà tra uomini con i tasca il tesserino dell’ordine dei giornalisti. Quest’anno lo scudetto ve lo giocherete con Milano, tanto per cambiare, e sarà il 100° scudetto del Nord a fronte dei soli 8 del Sud. La cosa non ci stupisce. Avete  accantonato la faida con gli interisti e ne avete aperta una nuova con i milanisti. Beghe vostre, a noi restano le briciole che toccherà strapparvi dalla bocca avida, quel tricolore tondo a Roma sponsorizzato da Garibaldi, quando magari a fine partita potremo darvi ripasso di dizione napoletana. Sempre con la certezza di essere identitari, consapevoli e fieri, senza contaminazione, ignoranza e presunzione. Siamo pur sempre la Capitale dell’orgoglio, non dell’imbroglio, e tanto ci basta… anzi, è davvero tanta roba.

14 pensieri su “La vittoria della Juventus, la sconfitta degli juventini

  1. TUTTO CIO’CHE SCRIVI A PROPOSITO D’IMBROGLIO, ITALIA ECC. E’SUBLIMATO DAI TANTI MERIDIONALI URLANTI VESUVIO LAVALI ECC. ECC. E’L’ESATTA VERITA’STORICA DELLA COLONIZZAZIONE ECONOMICA SOCIALE E PEGGIO ANCORA MENTALE. POVERI FRATELLI …

  2. A me non da fastidio la sconfitta, anche se ovviamente mi dispiace, quel che mi da fastidio è constatare che ci sono tanti rinnegati (forse) napoletani.
    Avete presente la canzone: E’ nato nu creature nir nir e a mamma o chiamm Cir, sissignore oh chiamm Cir……….A buon intenditore…….

  3. I napoletani che tifano juventus hanno il diritto di farlo, le motivazioni vere di questo tradimento sportivo e culturale, il più delle volte dettato dall’ignoranza e da superficialità caratteriale, non ci interessa manco conoscerle. Ma festeggiare la sconfitta di Napoli, perchè di questo si tratta, e vergognoso sopratutto per i partenopei che della napoletanità se ne fanno vanto.
    Detto questo credo che al mondo ci siano poche cose più tristi di essere un tifoso della rubentus.
    ORA E PER SEMPRE FORZA NAPOLI!!!

  4. Lo sport è una cosa bella finchè non viene contaminato dagli interessi e dalle frustrazioni sociali.
    Fuochi d’artificio per un vittoria fanno disprezzare tanto i tuoi compaesani solo perchè non tifano per la squadra della città in cui sono nati?
    Debbono chiudersi addirittura in casa per festeggiare?
    Vorresti essere “uno di più potente” per fare cosa?
    Dargli il foglio di via?
    Grazie a ragionamenti come questi che “stamm nguajàt”.
    Un vera lezione di follia, di delirio… di scuorno! Cinque minuti per passare da “Rosicone Simioli” a “Giuseppe Pica”.
    Per la gente che ti segue (e qualcuno ti ascolta pure) la prossima volta, se sei capace, usa parole per *unire* piuttosto che *dividere*.
    E’ complicato ma se ci riuscissi (tu o chiunque altro) sarebbe un grande risultato.
    Questo populismo mediatico, questa demagogia serve solo ad avvelenare.
    Negli anni ’20 divieti, scioglimenti di associazioni, persecuzioni, arresti introdussero qualcosa di cui tutto il mondo porta ancora i segni.

    • Bianco vero, studiati un po la storia, i segni li portiamo dall’invasione da parte dei piemontesi. Vatti a leggere su Google: Lager Fenestrelle.
      Se non sai dov’è Fenestrelle te lo dico io è in Piemonte e quei signori (signori si fa per dire), hanno sterminato i nostri padri. Credo che tu sia terrone come me, credi che tifando i ladroni sarai più rispettato e ti sentirai vincente, no mio caro, tu resti un terrone come me, però io non mi identifico con chi ha sempre rubbato, ha sterminato i miei avi e ci ha ridotto in miseria facendo proliferare mafia e camorra. Adesso festeggia pure RINNEGATO

    • Lo sport è una cosa bella anche quando non si rubano gli scudetti e non si chiudono gli arbitri negli spogliatoi.
      Chiedi che si debba agire per unire anzichè dividere così come fanno i bossi, borghezio, salvini, feltri, villaggio……..?
      Al ventennio, cui tu fai riferimento, ci stiamo arrivando ma non per colpa di Forgione o Simioli ma per tutti quei proletari italiani che hanno votato in maniera da consegnare il paese nelle mani della destra fatto che oggi ci vede sottomessi ad un governo che ha cancellato tutte le attività parlamentari.
      Un governo dittatoriale longa mano di berlusconi e della finanza!
      iamo arrivando ad un nuovo ventennio per tutti quegli elettori meridionali e proletari che hanno dato il loro voto a colui il quale ha dato il paese in mano alla lega nord, agli ex fascisti traditori del MSI e poi di AN, ai nani, alle prostitute, alle confederazioni professionali, agli intoccabili tassisti, notai, avvocati farmacisti, camionisti.
      Solo loro, i proletari, lo hanno beccato al culo ed ora si sbattono dietro gli striscioni dei cortei!
      Spero che tu non sia Meridionale perchè, nel qual caso, dovresti vergognarti per quel che dici e, insieme a te, dovrebbero farlo tutti i napoletani ed i meridionali che tifano per squadre del nord e che comprano prodotti del nord a dispetto dei propri avi uccisi, stuprati e violentati dai piemontesi!
      VERGOGNATEVI, siete dei RINNEGATI RIDICOLI perchè non siete in grado di rendervi conto che i legittimi tifosi delle squadre per le quali voi tifate, i nordici, vi SCHIFANO e vi ODIANO e, nel contempo, continuano nella politica dello sfruttamento del Meridionale gratificandosi nel fottervi i soldi col merchandising riferito a gadgets, materiali e biglietti partita che voi andate ad acquistare!
      COGLIONI!!!!!!!!!

      • Ai RINNEGATI ha dato fastidio quel che ho scritto e si sono guardati bene di aldare a farsi una ricerca come avevo consigliato. Probabilmente tra di loro ci sono tanti CAMORRISTI che trafficano con i settetrionali e hanno espresso il loro giudizio spolliciando in giù, però noto con piacere che ci sono anche tanti che mi hanno concesso il loro consenso.

  5. Voi rosicate, loro si spartiscono il business. [http://www.tuttonapoli.net/?action=read&idnotizia=90260]
    Oggi come ieri.
    Poi volete bastonare i napoletani che festeggiano la vittoria? vabbè…cominciate a fare la vostra lista nazista…ops, napolista.
    Forza Napoli, Forza Juve, W l’Italia di domani: senza rancori, unita e libera.
    Il passato va ricordato ma non può esssere usato a pretesto per nessuna rivalsa che dia spunto a rigurgiti di violenza ed intolleranza.
    Un caro saluto.

  6. Pingback: Tosel, il calcio-business e il disinganno « il blog di Angelo Forgione – Movimento V.A.N.T.O.

  7. io conosco tante persone che non tifano napoli ma quando parlo di napoli come citta noto che sono uguali al loro tifo mi spoego meglio cioe non li sento veri napoletani e come diceva saviano nell programma vieni via con me sottoliniando il napoletano che invece di reagire dice,,,,, facimme schifo,,,,,,e vi dico che ci litigo ogni giorno o ogni volta che dal napoli calcio si passa alla citta criticano napoli in tutto come se la diversita della loro squadra di calcio non li permette di amare napoli un po come se non ami te stesso non puoi amare gli altri ciao simeoli complimenti e grazie forgione

    • Se i napoletani amassero la città con la stessa intensità con la quale amano la squadra, questa città sarebbe una bomboniera!
      Se, almeno, la rispettassero così come rispettano casa propria, non avremmo cartacce per terra, monumenti e muri graffitizzati, manifesto selvaggio, panni sciorinati sulla pubblica strada, biglietti dei mezzi pubblici pagati, semafori rispettati, divieti di sosta e di accesso rispettati, educazione ed autocontrollo nelle file……….; vado avanti?
      Quindi, incazziamoci con chi ci offende ma, nel contempo, cerchiamo di migliorarci!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...