Eddy Napoli risponde ad Alessandro Cecchi Paone

Angelo Forgione – Ricevo e pubblico il duro comunicato stampa di Eddy Napoli in risposta ad Alessandro Cecchi Paone e agli atteggiamenti assunti durante la prima puntata del format “A Reti Unificate” (clicca per vedere il commento del conduttore all’intervista del cantautore già smontato su questo blog).

Considerato che Lei ha rifiutato un civile e democratico confronto con il sottoscritto, Le scrivo quanto segue: Tengo a precisare che io non sono un “nostalgico”, in quanto non si può essere nostalgici di un “non vissuto”, bensì sono un meridionalista, militante e attivista. Con migliaia di persone “combattiamo” affinché si risolvano i problemi della nostra gente e della nostra terra. Ha mai sentito parlare della “Questione Meridionale”? Mi auguro di sì! Inoltre io non sono “un cantante” (Lei quando parla di me in tv tende a sminuirmi) ma sono un Signor cantante, cioè, colui che con la propria voce ha determinato i grandi successi dellʼorchestra italiana di Renzo Arbore in tutto il mondo e che da molti anni continua il suo percorso artistico in proprio riscuotendo enormi consensi nonché successi, ambasciatore della canzone napoletana nel mondo e quarantʼanni di rispettabile ed onorata professione.
Ciò non solo come cantante ma anche come autore, compositore e arrangiatore. Si informi sul mio conto, anche se ho seri dubbi che Lei possa o sappia apprezzare, impari ad ascoltare e ad apprezzare la mia ottima musica e la mia preziosa voce prima di annunciarmi in televisione!..E non pensi solo ai dinosauri, si rassegni… Sono estinti!.. Noi meridionali, invece no! Pertanto io sono qui e sono conosciuto in tutto il mondo! E Lei?
Detto questo, giungo alla mia protesta: Lei si è permesso di giudicarmi definendomi “nostalgico”. Lei ha offeso me e una stragrande maggioranza del glorioso popolo napoletano e meridionale (sono in milioni, tutti dalla mia parte).
Lei ha offeso una cultura, una razza, una storia millenaria, Lei ha offeso ciò che non conosce, Lei è un razzista!
Inoltre, nel mio caso, lo ha fatto senza che io avessi possibilità di replica, senza che io potessi contraddirla e questo è da vigliacchi, eticamente scorretto e non professionale.
Addirittura i commenti musicali avevano decibel più alti del parlato relativo alla mia intervista. Intervista tagliata di un buon 90 per cento.
In studio era presente Gennaro De Crescenzo, Presidente del Movimento Neo Borbonico, ufficialmente invitato dallo staff della redazione del programma e forse anche da Lei, ma gli è stato vietato di partecipare e di poter parlare, sempre da Lei.
La sua condotta è stata pessima, incivile, antidemocratica, violenta! Univocamente in difesa verso quelle bugie scritte nei libri di storia da quei vincitori che altro non sono che sporchi criminali di guerra! Sì, criminali di guerra che assassinarono circa un milione di meridionali, criminali di guerra che provocarono unʼepocale fenomeno di emigrazione unico nella storia mondiale! Criminali di guerra oppressori e colonizzatori del nostro meridione! Criminali di guerra che diedero il via ad una questione meridionale tuttʼoggi irrisolta.
Una sola nota positiva: Simone Schettino!!! Grazie di vero cuore Simone, “Fratello” mio!!!
Non riesco a capacitarmi come gli editori di queste televisioni private, napoletani per giunta, abbiano permesso tanto e abbiano potuto consegnarLe le “chiavi in mano” di un presunto programma meridionalista che altro non è che un talk show… Dove Lei si è permesso di sparlare di una gran parte dei meridionali stessi!!! Si sciacqui la bocca prima di parlare di Noi e anche prima di parlare dei Borbone!!! Noi non eravamo brutti, sporchi e cattivi!!! Noi eravamo sani, belli, puliti, buoni, alti, robusti, in salute, ricchi nellʼeconomia, nellʼindustria, nellʼagricoltura, nellʼesportazione di tutti i generi e avevamo la minor percentuale di mortalità dovuta alle malattie e alla fame! Avevamo le prime cattedre di medicina in Europa. Eravamo una Capitale di uno Stato pacifico che vantava il pregio di collocarsi tra le prime cinque potenze mondiali!!! Popolo di Cultura, di Primati, di Pensiero, dʼAmore! Magna Grecia Docet! Il Grande Stato del Regno delle Due Sicilie, Fantastico!
Aaahh …. Se Lei ci somigliasse un poco!.. Invece no, Lei non ci somiglia per niente, Lei è un nemico dei meridionali e del meridione come altri “italiani”! Lei ha addirittura detto dʼinvitare in trasmissione i suoi “fratelli massoni” del grandʼoriente dʼItalia. Ma mi dica!?…Non si vergogna?? Io inorridisco!!!
E dire che non ci voleva poi tanto affinché Lei diventasse il “Paladino della tv del sud”, ma il suo “essere prevenuto”, saccente, presuntuoso e ignorante lʼhanno squalificato in automatico! Che peccato, non sa cosa si è perso!
I meridionali, il mio Popolo è quello di Masaniello, quello del 1799, quello delle quattro giornate di Napoli!!!.. Onesto, Guerriero, Generoso, Leale, Riconoscente, Laborioso, Intelligente, Grandioso! Ma quando sʼincazza veramente… Son dolori!!!
Mi raccomando, non ci offenda, sʼimpegni, cerchi di esser giusto.
Concludendo, per mio conto nonché per conto della numerosissima comunità meridionalista di cui sono tra i portavoce, protesto veemente affinché Lei studi e sʼinformi veramente nonché assuma un comportamento lineare, consono, onesto, corretto e applichi le normative della par condicio. Lo faccia!! Altrimenti, mediante, e grazie alle proteste di una foltissima comunità finirebbe con lʼabbandonare spontaneamente e per sua scelta la conduzione del programma!!! Cosa farebbe?!? Tornerebbe sullʼisola?!?…
Nel contempo Noi boicotteremo il programma televisivo “a reti unificate” e i suoi sponsor.
Saluti, Eddy Napoli.

16 pensieri su “Eddy Napoli risponde ad Alessandro Cecchi Paone

  1. Se qualcuno non la pensa come Forgione od Eddy Napoli non c’è il bisogno di fargli la guerra, minacciarlo, boicottarlo o spingerlo a scappare da Napoli. E’ così difficile accettare le opinioni di chi la pensa diversamente da noi? Voltaire avrebbe dovuto insegnarci qualcosa.

    • Mi permetto di dire che non hai capito!
      Eddy sta semplicemente dicendo che il checchi paone si è comportato in maniera sleale mancando di par condicio e che lo stesso paone, pur essendo disinformato e/o informato male sulla materia, vuole imporre le sue verità!
      E devo dire che Eddy lo ha fatto in maniera corretta, efficace e stupenda!
      Saluti
      Walter

      • Come giornalista Paone non ha nessun obbligo a rispettare una par condicio (tra chi? 50% di spazio per quelli che amano i borboni e l’altro 50% a chi non li giudica positivamente?). La par condicio va rispettata solo in periodo elettorale e riguarda la politica, negli altri casi ogni giornalista-uomo di spettacolo-uomo qualunque- può fare una trasmissione radiofonica, televisiva o pubblicare un sito internet che non rispetti nessuna par condicio. Lo stesso Forgione mi pare sia giustamente libero di curare un sito che ha sostiene una teoria ben precisa. Se Cecchi Paone, o chi per lui, viene chiamato per fare una trasmissione se la gestisce come cacchio gli pare, se all’editore sta bene, esattamente come fa Forgione con il suo sito. E’ la Libertà, quella con la L maiuscola. Tutti hanno il potere del telecomando come quello del mouse, se la trasmissione di Paone non piace non la guardiamo, se il sito di Forgione non piace non lo seguiamo, ma sia Paone che Forgione hanno il diritto di esprimere liberamente la loro opinione.

        Riguardo Paone disinformato e che dice bugie, io non ho la verità assoluta in tasca e secondo me, tu, anche se magari conosci con certezza la verità assoluta, non puoi pretendere che quelli da te bollati come disinformati non possano esprimere le loro opinioni.

  2. perchè far fare stiprogrammi a gente del nord che nonconosce niente diNapoli e della sua gente ,per fare audience , Paone poverino quando parla non sa quello che dice e meno male che mi rifiuto di vederequesti programmi ,specialmente quando c è gente che ignora ,gente del nord e razzista

  3. Grandissimo Eddy!
    Vorrei avere la possibilità di stringerti la mano per complimentarmi con te!
    Ma vorrei anche aggiungere una considerazione, ossia, MA CHE BISOGNO C’E’ DI FAR VENIRE QUESTI CONDUTTORI DAL NORD?????????
    Canale 34 da’ la conduzione di Number Two al romano Caputi e, per una sua imminente nuova trasmissione la affiderà ad un altro romano del quale non ricordo il nome e che, per giunta, l’anno scorso pur conducendo il programma Goal di Notte su Canale 21, formulo’ quei famosi sosoetti di combine riguardo De Sanctis, il protiere del Napoli.
    Canale21, per Il Bello del Calcio, la da’ a Zazzaroni, adesso abbiamo anche il paone.
    Eppure di conduttori e giornalisti napoletani ne abbiamo tanti e veramente eccellenti!
    Mi rendo conto che editori e sponsors sono convinti che il personaggio noto a livello nazionale fa maggiore richiamo rispetto ad un ottimo indigeno ma, questa, è una cosa offensiva per la intelligenza e la dignità di noi meridionali! Dobbiamo smetterla di fare queste stupidaggini e fare le cose con le nostre risorse.
    Come mi incazzo a vedere i nostri soldi andare nelle tasche dei non napoletani, io che faccio la guerra commerciale ai nordici sforzandomi di acquistare, ove possibile, solo prodotti made in Sud anche se, in qualche circostanza devo spendere qualcosina in più (vedi il tonno Callipo, per esempio).
    Sforziamoci, finalmente, noi meridionali a toglierci dal naso quell’anello che i piemontesi ci hanno messo nel 1860.
    Forza Napoli, forza Sud, forza Eddy!
    Walter Rho

  4. posso capire i padroni delle tv ma non capisco il tema e perche ? mi sa propio che loro stanno boicottando contro tutti gli sforzi che stanno facendo forgione ed eddy napoli decrescenzo e altri movimenti che ci sono perche propio questo tema? stanno avendo paura al nord? stanno navigando su fesbok e vedono quanti siti si stanno organiozzando con i prodotti compra sud l,inno nazionale nelle scuole , tosel che sta incominciando a fare multe sono tutti contentini poi ci mandano un gey a dire che eravamo sporchi e ignoranti e loro nci hanno salvato ci hanno mandato dei fusti di fabbriche tossiche per disinfettarci a fatto bene eddy napoli a dire sciaccuati la bocca massonico noi crediamo in dio

  5. e dai Eddy, tu, un semplice cantante metterti contro la soubrette devota alla massoneria (quella, per essere chiari, ha ordito per far si che nel 1860 iniziasse la fine del Sud) !
    Sei stato prima di tutto un signore e poi un grande difensore della nostra storia, della nostra cultura,della nostra (e tua) dignità. Io comunque punterei l’indice contro le televisioni locali che per darsi un’aura da grandi network , si affidano a personaggi esterni e lontani dalla nostra cultura che non ne sanno niente e che purtroppo ne vogliono parlare, solo per confermare quanto già incensato dai libri di regime.
    Bravo Eddy e bravo Simone.

  6. PER MARCO GUIDI:
    Ciò che condivido pienamente della tua risposta è il seguente periodo:

    “E’ la Libertà, quella con la L maiuscola. Tutti hanno il potere del telecomando come quello del mouse, se la trasmissione di Paone non piace non la guardiamo, se il sito di Forgione non piace non lo seguiamo, ma sia Paone che Forgione hanno il diritto di esprimere liberamente la loro opinione.”

    Quindi, noi meridionali non guarderemo più la trasmissione di Paone e, nel contempo, rivendichiamo il nostro diritto di esprimere le nostre opinioni e critiche, cos’ come le hai espresse tu, sempre in nome di quella libertà che tu evidenzi con L maiuscola e continuiamo a dire che quella trasmissione è di parte e, purtroppo, della parte sbagliata ovvero di quella degli invasori, assassini e sfruttatori.
    Con questo per me l’argomento è chiuso e, a differenza tua, io sono uso chiudere salutando.
    Cordiali saluti
    Walter Rho

  7. Per Marco Guidi:
    va bene come dici tu che ognuno deve avere la sua idea e poterla esporre, purtroppo il giornalista C.P. si trovava in una situazione predominante:
    1- ha mandato in onda l’intervista ad Eddy Napoli con in sottofondo una canzone a tutto decibel (effetto distraente) tale da catturare più l’interesse per la canzone che non per l’intervista rilasciata.
    2- Ha raccontato diverse panzane già ampiamente smentite dalle ricerche effettuate dai ricercatori delle verità storiche per anni nascoste e ai quali va il nostro eterno ringraziamento.
    3- dalla sua posizione privilegiata ha voluto chiosare dettando la sua verità e da moderatore si è trasformato in oratore di parte non dando spazio a repliche sia a chi era in studio e la pensava diversamente, sia a chi era presente solo tramite un servizio registrato e chiaramente si trovava in posizione svantaggiata.
    4- ha trattato l’Artista e uomo Eddy Napoli con la sua solita arroganza, quella ormai nota, quando si presenta ospite di qualche programma pari solo alla sua civettuola voglia di mettersi in mostra come una maestrina.
    E tu mi parli di Libertà e di Voltaire, ma questo signore li conosce questi valori.
    La par condicio, al contrario di quanto tu asserisci, è una regola che va applicata, a tutti ed in tutti i giorni dell’anno, non solo nei periodi elettorali, perché di par condicio c’è sempre bisogno. Non è che uno deve essere avvantaggiato rispetto ad un altro, allora facciamo passare il pensiero di chi è a noi più simpatico, lo facciamo parlare di più , gli facciamo fare gli applausi dal pubblico, gli togliamo la parola mentre sta esprimendo un concetto importante del discorso oppure diamo una nostra interpretazione (capziosa) al reale pensiero di chi è avverso alla nostra linea di pensiero, tanto per citarne uno, il modello Santoro.
    Come ha ben detto Eddy, C.P. corre ancora ai dinosauri estinti, mentre noi siamo qui, siamo sopravvissuti al genocidio, vivi , combattivi e desiderosi di mantenere la nostra identità e riavere indietro la nostra dignità, quella che hanno tentato di strapparci e disperderla nell’oblio dei libri scritti dai vincitori a cui C.P. faceva riferimento.
    Viva il Sud.

  8. x marco guidi la tua analisi da democratico mi fa arrabbiare ela democrazia in questo paese a fatto si che siamo ridotti alla fame io la penso ,tu la dici tu la suoni, e io la canto , e questo che hai scritto ? un giro di parole per dire cosa? la democrazia e prenderlo nel kulo dal tuo connazzionale la verita e un altra non e quella che dice paone e basta .. e scritto e documentato che centra la simpatia per i borboni e per forgione se fosse l,inverso io starei a perdere tempo ? per simpatia ? bevi un po dolio sgrippati vi frustate, x chi ? difendete i bugiardi venduti …. scusami angelo x l,espressione volgare

  9. Complimenti Eddy tu si che sei una persona vera,corretta,e con gli attributi purtroppo le televisioni i supermercati ed altro hanno invaso il nostro territorio derubando il sud e sfottendolo dobbiamo riprenderci tutto cominciando a non comprare nei supermercati ma nei negozietti che sono in centro di alimentari di prodotti “nostri”di noi meridionali,le reti televisive del sud devono appartenere a gente del sud che cura i servizi mostrando la verità e promuovendo lo sviluppo del sud con ospiti qualificati del sud,quelli del nord se vogliono venire a questi programmi possono farlo ma appena loro cominciano a offendere,screditare il sud e a deriderlo,prima di tutto deve essere cacciato fuori dallo studio e poi non potrà più tornare in quello studio se vorrà chiedere scusa lo farà su altre reti pubbliche così avrà maggiore visibilità.MERIDIONALI SVEGLIATEVI

  10. Poi non mi è piaciuto il commento del signore che fa parte del giornale “La Repubblica” che dice che non devono costringere i meridionali a rimanere al sud anzi il contrario di invogliarli ad andarsene dando spiegazioni alquanto ambigue io rifiuto tali parole…..per risollevare il sud prima cosa devono tornare le persone del sud dove sono nate,e secondo comprare prodotti del sud ed costruire industrie che producono al sud e vendono al sud,e non comprare prodotti made in nord,solo made in sud e ripeto SOLO MADE IN SUD e lavorare ed onorare la propria terra

  11. Lo so che é tardi ma ho trovato appena oggi questo blog, dare la direzione di un programma a feccia come cecchi gori alessandro, paonazzo di lgbt, e amico intimo di trans e froci vari, é da matti, reti campane unificate nelle mani di feccia rozza e pervertita? tanto vale far parlare o meglio fare abbaiare un cane pieno di scabbia.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...