E ora sono i piccioni a sporcare Paolo Emilio Imbriani

E ora sono i piccioni a sporcare Paolo Emilio Imbriani
statua dannata: appena restaurata è già “sotto attacco”

Angelo Forgione – Svelata la nuova recinzione della restaurata statua di Paolo Emilio Imbriani in Piazza Mazzini, ora per i vandali sarà un po’ più difficile sporcare il monumento. Ma ci stanno già pensando i piccioni che “soggiornano” in massa sulla scultura. La bianca statua da poco tornata al suo nitore è già un po’, un bel po’, meno bianca a causa degli escrementi dei volatili.
Continua dunque la maledizione dell’ex-sindaco patriota, per anni imbrattato, poi ripulito, poi di nuovo imbrattato e dopo anni restaurato. Mentre lo rimettevano a nuovo, qualche balordo si è arrampicato sui ponteggi e gli ha asportato irrimediabilmente il pizzetto, attentando anche al naso e ad una spalla. Imbriani non trova pace, e magari sconta una condanna eterna per essersi permesso nel 1870 di cambiare, dopo 330 anni e contro il parere dei Napoletani, il nome di Via Toledo trasformandola in Via Roma (tornata Toledo solo nel 1980). Allora gli diedero del matto e adesso, da morto, non gli danno pace neanche gli uccelli che gli defecano in testa… e non solo.