videoclip / il messaggio “storico” prima di Napoli-Juve

videoclip / il messaggio “storico” prima di Napoli-Juve

Al “San Paolo” cultura, storia e identità, non razzismo

Angelo Forgione – Ecco il videoclip del messaggio portato alla ribalta nazionale dello stadio “San Paolo” in occasione del simbolico incontro di calcio tra Napoli e Juventus.
Qualche tifoso juventino di Napoli, e non è la prima volta, mi ha confessato di condividere le istanze meridionaliste per l’affermazione della verità storica in funzione di un’affermazione ancora lontana di un’Italia fatta di un Nord e un Sud veramente uniti. Ma di non condividere, pur essendo amante della grande cultura Napoletana, il pensiero che un vero Napoletano debba per forza amare il Napoli piuttosto che la Juventus. Questione di punti di vista… al libero pensiero individuale la risposta. Purtroppo però, spesso questi napoletani che vivono un conflitto interiore cercano di sfuggire alla realtà, imputando al sottoscritto di seminare odio con simili iniziative.
L’altra sera, allo stadio “San Paolo”, abbiamo portato un grande messaggio culturale, altro che violenza! Lo stadio, attraverso la condivisione dei gruppi di Curva B e Distinti, ha offerto un forte segnale identitario e di consapevolezza. Ho avuto modo di comprendere la condivisione di Mariano del gruppo “Anni ’90” nel voler a tutti i costi esibire il bandierone insieme a tutto il suo gruppo, corretto e onesto nel non sporcare il messaggio culturale con altre questioni più pertinenti alla vita del tifoso tirate fuori in altro momento della partita, e lo stesso vale per i ragazzi della curva. Nessuna offesa, nessuna volgarità; solo un forte grido di verità nascosta ai più che si sta facendo largo inesorabilmente. E in questa occasione la tifoseria azzurra ha dimostrato grande maturità. Altro che odio!
L’odio è quello che si vede nelle curve degli stadi d’Italia dove da decenni si canta “Vesuvio, lavali col fuoco”, “Napoli colera” e nefandezze del genere. L’odio è quello che le istituzioni del calcio fomentano senza porvi rimedio, nascondendo un certo razzismo con bigottismo evidente e dando seguito alle bugie delle altre istituzioni, quelle più in alto, che festeggiano una falsa unità d’Italia senza ricordare minimamente le centinaia di migliaia di morti meridionali e mantenendo il meridione in condizioni di semischiavitù.
Altro che odio, l’altra sera si è fatta cultura… e il calcio non può ritenersi settore fuori dalla società. L’altra sera si è fatta la storia!

2 pensieri su “videoclip / il messaggio “storico” prima di Napoli-Juve

  1. Altro che violenza! E’ stata una lezione di civiltà, garbo, ironia, buon gusto, altro che i gretti e selvaggi siparietti che si vedono sui campi del nord.
    Qui non si semina nessun odio perchè l’odio e l’orrore appartiene proprio ai fratelli d’italia del nord. Hanno dimostrato 150 anni fa di essere specialisti inj tali materie.
    Sono loro che ci odiano, io, da buon napoletano, mi limito a schifarli; tanto basta, per loro.
    Per quanto mi riguarda, che ci restituiscano il maltolto (Alenia comprresa) e subito mettiamo il filo spinato sul Garigliano.
    Per quanto riguarda noi, Io non riesco a capire come si fa a dissociare il calcio dalla società; ovvero non mi capacito di come un napoletano possa offendersi quando un leghista, o un settentrionale in genere, gli scarica letame addosso, e non solo in senso figurato, purtroppo, e poi vada a fare il tifo per una loro squadra di calcio.
    Ma non si rendono conto che i legittimi tifosi di quelle squadre comunque li considerano dei terroni e con l’aggravante di essere napoletani e che, per loro, devono, comunque, andare a dar via el cul o le ciapp, come dicono quei barbari avvinazzati!
    Non si rendono conto che, loro, i legittimi tifosi nordici, ne farebbero volentieri a meno del tifo del lazzaro napoletano.
    Ma hanno mai avuto occhi e orecchie per quanto ai concetti ed alle esternazioni sul meridione e, principalmente, sulla conurbazione Napoli-Caserta dei vari Bocca, Salvini, Brunetta, giusto per indicare i primi nomi che mi salgono dal colon?
    Cosa altro devono farci i nordici, oltre a quanto già disfatto nei precedenti 150 anni dall’invasione delle nostre terre, per far si che questi nostri concittadini, rinnegati, colleghino finalmente la spina al cervello?
    Ma questa gente non ha sangue nelle vene? Scambiano la m… per cioccolata?
    Che scene vergognose quelle viste all’arrivo della juve in albergo; sai le grosse risate e lo scherno da parte dei nordici!
    Ma come si fa?????

    PS.: ma se l’episodio della ripetizione del rigore avesse avuto parti invertite, la critica sarebbe stata la stessa?

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...