Passo indietro del Gambero Rosso: «scusate l’incompetenza»

a “Uno Mattina”, eloquente rettifica verbale di un curatore della guida

Angelo Forgione – E ora scopriamo che la scrittura del “software” che fa girare la Guida Ristoranti 2013 del Gambero Rosso è incompleta e i programmatori stanno lavorando ad un “aggiornamento” per renderlo corretto. La metafora informatica calza a pennello per descrivere un “errore di sistema” che danneggia l’immagine della pizza napoletana (ma non il gusto). Giancarlo Perrotta, uno dei due curatori di origini napoletane della guida, intervenuto a “Uno Mattina”, si è sostanzialmente scusato e ha chiesto pazienza per l’errore.
«Non c’è dubbio che la migliore pizza sia a Napoli – ha detto Perrotta. Noi sulle pizzerie, lo riconosciamo, non siamo ancora così esperti come lo siamo sui ristoranti e le trattorie. La nostra guida recensisce 2015 esercizi, di questi solo 26 sono pizzerie e abbiamo iniziato solo quest’anno. Quindi chiediamo un pochettino di tempo perché vogliamo essere presenti sulla città di Napoli… i napoletani si ribellano giustamente».
Perrotta, come il gambero, fa un passo indietro e ammette di aver valutato senza sufficiente competenza e senza aver ben sondato la piazza napoletana. E questo la dice lunga su una valutazione effettuata sulla base di “diversi criteri” che non hanno troppo a che fare con la qualità e la meritocrazia. L’esperto gastronomo chiude la sua pubblica ammenda allargando le braccia in segno di resa ad una reazione napoletana evidentemente non preventivata. Una leggerezza, perchè la tradizione plurisecolare e la storia non si aggiornano ma si tramandano. Di fronte a lui la piemontese Elisa Isoardi che, da par suo, “scherza” con il napoletano Franco Di Mare.

GUARDA IL VIDEO

4 pensieri su “Passo indietro del Gambero Rosso: «scusate l’incompetenza»

  1. Onestamente non c’è niente da scusare, oramai il danno è fatto e queste sembreranno solo dichiarazioni di copertina! Vorrei dare un consiglio a gambero rosso: prima di dire che la pizza o qualsiasi altra cosa è migliore in un posto o in un altro, non testassero solo 2015 esercizi sul territorio nazionale, perché uno potrebbe pensare, e ne avrebbe ben donde, che questi locali abbiano pagato per essere recensiti; questa supposizione tramuterebbe il nobile intento del gambero rosso in una farsa economica e sociale!
    La pizza rimane a napoli! E che nessuno continui a dire che si chiama margherita per via della regina perché, come il buon Angelo ha dimostrato, è storicamente errato!

  2. La pizza in Veneto fatta da pizzaioli napoletrani emigrati ( e questo lo sanno tutti ),quello9 che va messo in evidenza che comunque ( come in tutte le parti del mondo) mancando i prodotti della Campania ,la pizza veneta, emiliana ecc.non pu avere lo stesso sapore.Per con l’inquinamento delle nostre terre non si sa mai! E’Un’invidia atavica..sono serpenti velenosi.Solo diamoci da fare .M.G.

    Date: Fri, 12 Oct 2012 09:32:04 +0000 To: mg.piromallo@hotmail.it

  3. La Isoardi fa bene a sfotterci, organizzare una rivolta per quello che dice il gambero rosso è di un provincialismo sconcertante. Tra l’altro è vero che le migliori pizze si fanno nelle pizzerie di lusso di Roma e del Nord. Da anni i migliori pizzaioli napoletani si sono trasferiti perchè nel centro-nord guadagnano di più. All’estero poi esiste la migliore pizza del mondo, quella che si mangia a Tokyo, secondo le guide più prestigiose.

    p.s: ho visto la guida dei ristoranti dell’Espresso uscita ieri in edicola, anche quella segnala pochi ristoranti napoletani e poche pizzerie napoletane rispetto a quelle segnalate in Roma ed al Nord. E’ anche questo un complotto o il modus vivendi della “città” di Napoli fa giustamente scappare altrove i cuochi ed i pizzaioli migliori?

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...